Sesso anale: come farlo la prima volta

Per i principianti: guida su come iniziare a fare sesso anale

Nella vita di ogni donna, solitamente arriva sempre quel fatidico e catartico momento: Quello in cui devi prendere una decisione, si o no, quello che ti incuriosisce e spaventa, quello che da una parte aspetti e dall’altra temi.

Quello in cui il tuo partner ti guarda con gli occhi pieni di speranza, ti prende la mano e ti fa la fatidica domanda: “Amore, facciamo sesso anale?”.

Probabilmente le più romantiche mi odieranno, ma così è la vita: Quasi ogni uomo propone alla propria donna di fare del sesso anale.

A molte la sola idea mette ribrezzo, ad altre curiosità, ma praticamente tutte hanno in comune la paura: Paura che faccia male, di non sapere come fare e come comportarsi la prima volta.

Come sempre noi di comemisvesto che di peli sulla lingua ne abbiamo ben pochi, vi veniamo in aiuto con una piccola guida sul sesso anale per principianti.

Premessa: il sesso anale piace alle donne?

Il sesso anale, prima considerato argomento tabù, ora di gran moda – ne ha parlato anche Gwyneth Paltrow nel suo blog Goop – è una pratica che fa parte della sessualità di coppia e che piace non solo ai maschietti ma anche a noi femminucce.
Secondo un’indagine pubblicata dal The Journal of sexual medicine, rispetto a venti anni fa, il triplo delle donne cede il suo lato B abitualmente.

Ovvio, devi trovare quello che sa dove mettere le mani – e anche il resto -, altrimenti è una tortura e può essere anche fisicamente devastante.

Non siete obbligate a farlo

Prima di iniziare, partite sempre da questo presupposto: Se non vi va, non dovete farlo per nessuno motivo, il vostro lui non vi mollerà per questo e se lo farà ci avrete solamente guadagnato perché evidentemente era un cretino.

Se invece volete provare, leggete gli altri punti.

Usate il preservativo

Lo so, scoccia ripetertelo all’infinito ma non posso farne a meno: proteggiti. Fagli indossare il preservativo e assicurati che sia di quelli ultraresistenti, perché durante il rapporto anale non è difficile che questo si rompa.

Non importa se usate la pillola o altro, in questo caso il preservativo non servirà solamente a proteggervi dagli spermatozoi ma anche e soprattutto dai batteri intestinali.

Il vostro partner andrà ad infilare il pene proprio lì, nel felice buco nero dal quale solitamente non esce esattamente acqua di rose: Se dopo vorrete fare del sesso vaginale, sapere che il pene è stato “isolato” a dovere vi farà stare sicuramente meglio.

Ovviamente se come metodo contraccettivo utilizzate solo il preservativo e volete passare dal sesso anale a quello vaginale, cambiatelo.

Evita il passaggio da ano a vagina, anche se con protezione, a meno che, come già detto, questa non venga cambiata; i batteri presenti nell’ano possono contaminare il canale uretrale e causarti fastidiose infezioni urinarie.

Usate il lubrificante

Non è propriamente essenziale, ma sicuramente le prime volte aiuta moltissimo.

In molti dicono che il lubrificante diminuisce il piacere dell’uomo: Stronzate. Non so se è vero o meno, anche se mi sembra una baggianata, ma anche se fosse basti sapere che rende le cose più facili e piacevoli per il vostro culetto d’oro e tanto deve bastare.

Il lubrificante migliore – ed economico – è sempre la saliva. Preparalo con un “pompino bavoso”, di quelli che piacciono così tanto a lui. Quando sarai in posizione, fatti sputare sull’ano. Vedrai, i risultati ottenuti saranno a mio parere migliori di qualsiasi prodotto in commercio – non me ne vogliano i vari produttori di lubrificanti, ma tant’è.

Preliminari come se non ci fosse un domani

In caso di sesso anale i preliminari sono d’obbligo: Fatevi stimolare non solo l’ano con le dita, ma l’intera parte.

Devi essere mentalmente predisposta: rilassata e anche eccitata, perché anche l’ano si bagna e più sei “calda”, meno dolore sentirai. Ovviamente sta anche a lui farti sentire a tuo agio e dosare la forza nell’atto della penetrazione. Se così non fosse, istruiscilo.

Sappiate anche che un bell’orgasmo raggiunto con il sesso orale vi farà rilassare moltissimo, quindi subito dopo sarebbe il momento perfetto per provare con la penetrazione anale per la prima volta.

Potete poi divertirvi a contraccambiare la penetrazione anale facendogli provare un massaggio prostatico, un’esperienza così intensa da farlo impazzire di piacere.

Pulizia

In realtà, gli uomini – quelli a cui il sesso piace e tanto – non si sconvolgono per qualche “residuato bellico”, perché sanno dove stanno entrando e ne conoscono le funzioni fisiologiche. Tuttavia, soprattutto per i primi rapporti, quando ancora non ci si conosce a fondo, vale forse la pena arrivare “pulita dentro e bella fuori”, aiutandoti con un clistere.

Farà male?

Sicuramente, soprattutto all’inizio, non è tutta salute, ma d’altra parte anche la prima volta che abbiamo fatto sesso un pochino di male lo abbiamo sentito eppure non è morto nessuno.

Sicuramente il momento in cui penetra la punta del pene è il più doloroso perché il glande è la parte più larga, ma una volta passato è tutto in discesa.

Relax

E’ molto importante rilassare i muscoli come quando dovete andare al bagno e non contrarli come se aspettaste una puntura nel sedere altrimenti sentirete ancora più male.

La posizione ideale

Per le prime volte non cimentatevi in posizioni mirabolanti e rimanete sul classico che già suderete freddo così: A pancia in giù o la pecorina sono le posizioni migliori.

La posizione deve essere quella che permette a te il maggiore godimento. Se opti per la classica pecorina, tieni il bacino abbassato e alza la schiena – ma sarà lui a guidarti. Molto più romantica – beh sì anche il rapporto anale può essere romantico! – è la posizione con te a pancia in su, che ti permette di mostrarti mentre ti masturbi e di seguire il suo ritmo per raggiungere il proverbiale orgasmo simultaneo.

Doppia penetrazione

Qui ti voglio. La doppia penetrazione – ano e vagina – è qualcosa che davvero ci manda fuori di testa. Gli ingredienti: libera la mente, lascia a casa le inibizioni, concentrati sulle sensazioni e godi come una pazza. Beh, ovviamente scegli il sex toy che meglio si addice alle tue esigenze. Personalmente consiglio un vibratore anale, per andare sul sicuro.

Parla con lui

Non vergognarti di parlare con il tuo partner: Se ti fa male diglielo, se vuoi che si muova diversamente pure. Il culo è il tuo quindi hai tutto il diritto di fare esattamente come vuoi tu.

E il dopo?

Appena finito molto probabilmente sentirai il forte stimolo di andare in bagno e sarai pervasa da esalazioni d’aria: Durante il sesso anale infatti, l’aria entra nel canale rettale ed ovviamente alla fine deve uscire.

Non è molto romantico o fine, ma succede così e non ci si può far niente.

In conclusione, alla fine dei giochi, se vi è piaciuto riprovate e con allenamento e pazienza diventerete sempre più brave se invece proprio capite che non fa per voi non abbiate paura di deluderlo e mettete in chiaro che avete provato ma alla fine “Né per scherzo né per burla intorno al culo non ci vo’ nulla”