bastone-ciechi-535×300

Quando l’orgasmo rende ciechi: L’incredibile storia di un ragazzo

Cari maschietti, mi rivolgo a voi:

Avete presente quando da piccoli i vostri genitori o il sedicente parroco/catechista vi dicevano: “Non ti toccare perché diventi cieco!”?

Sarà sicuramente capitato a tutti: Una volta la masturbazione veniva considerata come un vero e proprio tabù oppure i nostri genitori erano troppo presi dal pudore per parlarne liberamente.

Anche se non ve lo siete mai sentiti dire comunque, rimane uno di quei detti popolari che probabilmente conosceranno anche le generazioni a venire.

Che fosse una diceria completamente falsa lo sapevamo tutti, spero, ma che ci sia un fondo di verità?

Ovviamente questo non significa che farsi due pugnette vi renderà ciechi come talpe, ma recentemente si è scoperto che un’altro piacevole momento legato al sesso potrebbe inficiare più o meno gravemente la vostra vista.

Sto parlando dell’orgasmo.

Sulla rivista scientifica BJM Case infatti, è stato pubblicato un articolo dove si racconta dell’incredibile e quasi surreale storia di un giovane ragazzo di 29 anni.

Il giovane si è infatti presentato al pronto soccorso lamentando una cecità all’occhio sinistro, chiamata scotoma.

I medici si sono subito prodigati per cercare di capire da cosa fosse provocata questa cecità e soprattutto se fosse temporanea o meno e, durante l’anamnesi del paziente, è emerso che il 29enne aveva avuto un focoso e prorompente rapporto sessuale appena la sera prima.

Durante il culmine dell’atto, non appena raggiunto appunto l’orgasmo, il ragazzo pare abbia effettuato la così detta “Manovra di Valsava”.

Per chi non lo sapesse, questa manovra indica quando si ha una compensazione forzata dell’orecchio, una manovra che si fa spesso ad esempio quando ci ritroviamo con le orecchie tappate in montagna.

Se la manovra di Valsava è stata fatta volontariamente o meno dal ragazzo questo non si è capito, ma i medici hanno scoperto che questa manovra, se effettuata durante l’orgasmo, può portare ad un veloce aumento della pressione venosa all’interno della retina e quindi portare ad una rottura dei vasi sanguigni ed a una conseguente retinopatia emorragica e dunque ad una cecità localizzata in uno o più punti degli occhi.

Prima di allarmarvi, sappiate che si è trattato solamente di conseguenze del tutto temporanee e dopo qualche giorno il ragazzo è tornato in forma come prima, vedendoci benissimo da entrambi gli occhi.

L’incidente però, ha portato i medici ad interrogarsi su quanto possano incidere le attività sessuali sulle varie patologie dell’occhio, e questo sicuramente farà riflettere anche gli assidui “consumatori” di orgasmi.

La prossima volta che fate sesso dunque, occhio.

In tutti i sensi.

 



There are no comments

Add yours