come-avere-piu-orgasmi

Orgasmo Fake: Come scoprirlo grazie all’Orgasmometro

La questione che riguarda l’orgasmo femminile è eterna e probabilmente non finirà mai.

Le domande sull’argomento sono molte, da come farlo a raggiungere a come fare ad ottenerne di multipli, ma il quesito più antico del mondo che arrovella la mente di ogni maschio è: Fingerà o non fingerà?

Fingere l’orgasmo infatti per una donna non è affatto difficile, e molte hanno ammesso di aver simulato almeno una volta, mentre esistono anche donne che ormai fingono quasi per abitudine.

Come può dunque tutelarsi il maschio?

In soccorso dei testosterone dotati, arriva infatti l’orgasmometro, un particolare strumento in grado appunto di misurare il piacere femminile.

Detto così sembra un po’ una cavolata, ma come funziona questo strumento rivoluzionario ce lo spiega direttamente Emmanuele A. Jannini, ovvero il presidente dell’associazione che ha appunto inventato l’orgasmometro, cioè la Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (SIAMS):

L’orgasmometro femminile è molto semplice: si tratta di una scala da uno a dieci che va da nessun tipo di piacere al massimo stato di godimento. Sulla falsariga del test per la valutazione del dolore, consente alla donna di fermarsi a riflettere sul suo orgasmo e di indicarne l’intensità su una scala graduata.

 

Ovviamente i fattori che potrebbero addurre ad un maggior piacere sono molteplici e soprattutto dalle mille sfaccettature, diversi per ogni tipo di persona, proprio come torna a spiegare il presidente SIAMS:

Abbiamo verificato che il piacere è più intenso in coloro che provano l’orgasmo con la penetrazione vaginale rispetto alle donne che lo provano soltanto con la stimolazione clitoridea o con entrambe le modalità. Inoltre, abbiamo anche osservato che minore è la tendenza a masturbarsi, per esempio meno di una volta a settimana, maggiore è la percezione del piacere nelle donne che provano l’orgasmo vaginale: ciò si può spiegare con una minor conoscenza del proprio corpo e del proprio piacere da parte di queste donne rispetto a coloro che provano anche orgasmi clitoridei, si può supporre in altri termini che le donne con orgasmi vaginali tendano a sovrastimare il loro godimento.

Ovviamente l’0rgasmometro, checché se ne dica, nasce principalmente come aiuto per le donne, per avere uno strumento che possa aiutarci  a farci capire quello che ci piace e quello che invece non riesce a farci raggiungere il piacere, in modo da avere una maggiore consapevolezza di sé e del proprio corpo:

L’orgasmometro, derivato da uno strumento analogo messo a punto sugli uomini, è l’uovo di Colombo per riuscire a dare finalmente un giudizio nero su bianco al piacere che si prova durante il sesso, nelle diverse situazioni possibili. Un primo passo per acquisire una maggiore consapevolezza di sé sulla strada per migliorare la propria vita sessuale.

 



There are no comments

Add yours