Monaco: il fascino della capitale bavarese

Il mio viaggio a Monaco di Baviera si è appena concluso, e nonostante il mio cuore chieda di essere riportata alla Hofbräuhaus, le mie dita fremono di ticchettare sulla tastiera e raccontarvi perchè dovete assolutamente andare a Monaco almeno una volta nella vita.

Monaco è la capitale della Baviera, terza città più grande della Germania dopo Berlino e Amburgo, con tutti gli onori e oneri che la cosa comporta. Come potete immaginare è una città molto grande ma ha una fitta rete di trasporti pubblici e tra metro e tram potete arrivare praticamente ovunque, tuttavia essendo una grande città (e trovandosi in una delle  regioni più belle della Germania) è consigliabile stare un bel po’ di giorni, dai 3 giorni ad 1 settimana. Ecco le più importanti mete che non possono mancare nella vostra gita a Monaco:

  • Marienplatz
  • Neues Rathaus (il nuovo municipio)
  • Sankt Peter (San Pietro a Monaco)
  • Hofbräuhaus (tappa obligatoria per respirare il vero spirito bavarese)
  • Alte Pinakothek
  • Neue Pinakothek
  • Schloss Nymphenburg (il castello delle Ninfe)
  • Englischen Garten (il giardino inglese)

Dunque iniziamo il nostro tour da Marienplatz alla quale potete accedere tranquillamente dalla metro, con tanto di uscita mozzafiato sulla piazza dove vi ritroverete circondati dalla neogotica Neues Rathaus e dalla quattrocentesca Altes Rathaus (il municipio vecchio che oggi ospita il museo del giocattolo). Qui ci troviamo nel cuore del centro storico ed è possibile accedere a diversi monumenti. Indubbiamente quello che attira di più l’attenzione dei turisti è la Neues Rathaus con il suo famoso carillon chiamato Glockenspiel che si muove due volte la mattina alle 11 e alle 12 (in estate anche alle 17) e la sera segna la fine del giorno con una ninna nanna. L’edificio sembra quasi una cattedrale gotica al primo impatto, ma una volta entrati nel cortile interno, tra archi e volte, vi ritroverete per un attimo trasportati in un altra epoca, o perlomeno vi sentirete un pochino ad Hogwarts.

Dalla Neues Rathaus si può accedere alla torre dalla quale si ha una vista di Monaco dall’alto. Se siete amanti delle altezze allora non potete perdervi la Sankt Peter, la chiesa di San Pietro famosa proprio per la sua torre. Armatevi di pazienza e mettetevi in fila per avere “la migliore vista di Monaco dall’alto”, parola di un monacense!

Restando in zona, camminando una decina di minuti oltre la Neues Rathaus vi ritroverete in una strada piena di negozi di Souvenir e un po’ più avanti avrete la Augustiner, una delle famose birrerie di Monaco, l’Hard Rock Cafè e la Hofbräuhaus, la più famosa birreria di Monaco, amata da turisti e non, ideale per trascorrere una serata in compagnia di perfetti sconosciuti, sorseggiando ottima birra locale e cantando tutti insieme sulle panchine. Come ho già detto sopra il luogo è davvero tipico, ci sono grandi tavolate di legno con panche dove semplicemente ci si siede dove si trova posto. Non spaventatevi all’idea di trovarvi in mezzo a sconosciuti, a fine serata canterete tutti insieme. Le band che solitamente si esibiscono suonano canzoni inglesi, tedesche e anche italiane, quindi non sarà difficile farsi trasportare dall’atmosfera del luogo, (con tanto di cameriere in Dirndl che passano tra i tavoli vendendo Pretzel giganti).

Una dritta per Capodanno: arrivate in centro intorno alle 7 e passate la serata alla Hofbräuhaus, da lì poi potrete raggiungere Marienplatz insieme ai vostri nuovi amici e godervi i fuochi d’artificio per andare poi a ballare in qualche club; Attenzione: l’ingresso ai club è vietato ai minorenni!

Dopo esservi goduti in tutto e per tutto il centro storico, potete spostarvi con la metro verso la Kunstareal, dove troverete diversi musei e mostre, dall’arte greca a quella contemporanea. Le più famose sono la Alte Pinakothek e la Neue Pinakothek, rispettivamente vecchia e nuova pinacoteca. Situate l’una di fronte all’altra sono l’ideale per godersi una mattinata all’insegna dell’arte europea. L’ingresso la domenica è solo 1 euro e i ragazzi sotto i diciotto anni non pagano. Alla Alte Pinakothek potrete trovare perlopiù arte medievale e fiamminga, non mancheranno i pittori italiani come Antonello da Messina, o Bassano, per poi passare per il fiore all’occhiello, l’autoritratto di Albrecht Dürer, fiore all’occhiello della collezione. Se invece siete amanti dell’arte moderna allora non potete perdervi la Neue Pinakothek, dove troverete esposti quadri di Van Gogh, Gauguin, Monet ma anche Degas e Manet.

Dopo un immersione nella pittura e architettura degli ultimi secoli, potete godervi una sana passeggiata naturalistica nell’immenso giardino inglese( Englischen Garten), dove attrazioni principali sono la Chinesischer Turm e il piccolo Pantheon che sorge su una collinetta dalla quale potete ammirare l’estesissimo parco.

Parlando di parchi non può mancare quello dello Schloss Nymphenburg, che sorge su un canale dalla quale è ricavata una grandissima fontana. Entrando dentro il castello potrete ammirare il giardino con i suoi piccoli ponti e potrete perdervi nel suo parco, dove se siete fortunati potreste anche avvistare dei cervi. Naturalmente il gelo invernale regala a tutto un atmosfera più fiabesca ma il castello ha il suo fascino in ogni periodo dell’anno.

Seguendo queste dritte potrete vedere le più importanti bellezze di Monaco in 3 giorni…quindi valigia in mano e si parte! Non dimenticate il lessico fondamentale: “Noch ein Bier” (ancora una birra) e “Prost!” (Salute).

 



There are no comments

Add yours