Magaluf … don’t make them look bad.

Magaluf, l’isola della trasgressione: I video shock di sesso orale

Esiste un luogo dove perdizione e trasgressione fanno parte dei “10 Comandamenti”.

In questo posto la regola è divertimento estremo, alcool, droga, sesso a non finire.

Un luogo dove vige l’anarchia totale, dove le forze dell’ordine non possono, o non vogliono niente.

Questa, signori e signore, è Magaluf, l’isola del sesso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questa isola spagnola delle Baleari, guarda a Mallorca ed Ibiza con superiorità e disprezzo, considerando le altre due mete del turismo spagnolo come lontane parenti, non di certo al suo livello.

mappa-10

Se infatti una volta la stessa Ibiza veniva considerata una delle mete top per il divertimento giovanile, Magaluf l’ha certamente spodestata ed adesso è la meta di orde di giovani, soprattutto inglesi, che cercano sesso e divertimento fino ed oltre il limite del ragionevole.

Nell’isola della trasgressione, di notte si balla e si beve, mentre alle prime luci dell’alba ci si apparta per fare sesso con chiunque capiti a tiro.

Orge, sesso orale in cambio di drink gratis sono all’ordine del giorno, e non è difficile trovare le strade di Magaluf invase da giovani privi di coscienza in preda al coma etilico.

Non è la prima volta che questa località suscita scalpore ed orrore, infatti nel 2014 in rete girava un video di una ragazza inglese che passava dal praticare sesso orale da un uomo all’altro in poco meno di 3 minuti, tutto per una serie di shottini gratis.

QUI il video del sesso orale a Magaluf, si consiglia la visione solo ad un pubblico adulto

Il sindaco di Magaluf, Manuel Onieva, si era detto disgustato:

Rifiuto completamente questa cosa. I bar che la permettono rischiano la chiusura.

Una promessa che però non ha scoraggiato gli altri avventori, infatti ancora oggi i video di performance a luci rosse spopolano sul web, mentre la ridente isoletta ha registrato un alto picco di clamidia, una malattia venerea a trasmissione sessuale, proprio nelle ultime settimane.

Siamo dunque ben lontani dal ripristinare l’ordine ed il decoro nell’isola di Magaluf, tanto che la polizia britannica è stata chiamata ad intervenire per cercare di domare i propri connazionali, ormai considerati dalla Guardia Civil dei veri e propri invasori.

Così è iniziato il periodo di tolleranza zero, che ha luogo durante il picco estivo, dove nessuno potrà bere in strada dalle 22 alle 08 del mattino, ma per i giovani non ci sarà alcun problema dato che i locali a gestione notturna non implicano nessuna limitazione né controllo al quantitativo di alcool venduto.

Magaluf da molti è considerata una grande opportunità di guadagno, dove investono i Francesi, ma anche qualche italiano, mentre per altri è un luogo di cui vergognarsi.

Magaluf è diventata una specie di terra di nessuno, dove ognuno segue le proprie regole e non quelle di una società civile e dove il degrado e la perversione hanno preso il sopravvento.

Degno di un girone dell’inferno per lussuriosi, credo che comunque si sia superato il limite.

Va bene divertirsi e va bene anche fare sesso, ma a tutto c’è un limite che però qui è stato ampiamente superato.



There are no comments

Add yours