034440914-60972a93-54a6-4a14-ab9c-2e7e4387f4bd

Leonard Cohen frasi celebri: Le citazioni più belle per ricordare il cantante/poeta

Leonard Cohen è morto all’età di 82 anni, ed a darcene l’annuncio è stato un post pubblicato sulla sua Pagina ufficiale di Facebook.

Cohen è stato un grande della musica, un uomo che ha reso le note di una canzone della vera e propria poesia, una persona che non si è mai fermata alla superficie, ma anzi ha sempre scavato per regalare alle persone testi profondi, con un vero concetto e delle vere riflessioni, affrontando a volte anche tematiche molto importanti che spesso possono spaventare un cantante, come ad esempio la sessualità oppure la religione.

La sua vita è stata  un grande regalo per tutti noi, dato che non solo ci ha donato bellissime canzoni, ma anche piccole perle di saggezza grazie alle sue frasi celebri.

Abbiamo dunque raccolto le nostre preferite, un po’ per ricordarlo ed un po’ per dirgli addio:

C’è una crepa in ogni cosa. Ed è da lì che entra la luce.

I bambini mostrano le cicatrici come medaglie. Gli amanti le usano come segreti da svelare. Una cicatrice è ciò che avviene quando la parola si fa carne.

Ci sono molte belle poesie che scriverai e per le quali sarai lodato, molti giorni di desolazione nei quali non riuscirai a mettere la penna sulla carta. Ci saranno molte belle fiche dentro cui giacere, pelli di diverso colore da baciare, vari orgasmi da provare e molte notti nelle quali sfogherai la tua lussuria passeggiando, solo e amareggiato. Ci saranno molti picchi di emozione, tramonti intensi, intuizioni esaltanti, sofferenza creativa e mortali pianure di indifferenza dove non sarai nemmeno padrone della tua disperazione personale. Ci saranno molte buone carte del potere che potrai giocare in modo spietato o benigno, molti cieli vasti sotto i quali giacere e congratularti con te stesso per la tua umiltà, molti viaggi dentro galere di soffocante schiavitù. Questo è quello che ti aspetta.

Non si definiva mai un poeta né chiamava poesia quello che scriveva. Il fatto che le righe non arrivassero fino al margine della pagina non era una garanzia. La poesia è un verdetto, non un’occupazione.

Il vero amore non lascia tracce Come la bruma non lascia sfregi Sul verde cupo della collina Così il mio corpo non lascia sfregi Su di te e non lo farà mai Oltre le finestre nel buio I bambini vengono, i bambini vanno Come frecce senza bersaglio Come manette fatte di neve Il vero amore non lascia tracce Se tu e io siamo una cosa sola Si perde nei nostri abbracci Come stelle contro il sole Come una foglia cadente può restare Un momento nell’aria Così come la tua testa sul mio petto Così la mia mano sui tuoi capelli E molte notti resistono Senza una luna, senza una stella Così resisteremo noi Quando uno dei due sarà via, lontano.

La poesia è la prova della vita. Se la tua vita arde, la poesia è la cenere.

Una donna guarda il suo corpo con difficoltà, come se fosse un inaffidabile alleato nella battaglia per l’amore.



There are no comments

Add yours