terremoto-giappone-675

Giappone, allerta tsunami: Onde fino a 3mt di altezza

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.3 ha colpito i fondali dell’Oceano Pacifico a circa 11km di profondità, avvertita nella zona del Giappone, nella sera di Lunedì 21 Novembre alle 21.59 circa, ora locale, mentre in Giappone erano circa le 06.00 del mattino di Martedì 22 Novembre.

terremoto-tsunami-giappone-1

A causa di questo forte sisma nel bel mezzo dell’Oceano, in Giappone sarebbe dunque scattato l’allarme tsunami,dove la prefettura di Fukushima avverte che sono possibili onde fino ai 3mt di altezza, mentre nella costa orientale, più precisamente dalla prefettura di Chiba a sud fino a quella di Aomori a nord e sull’isola Honshu, è stato diramato un avviso tsunami per onde da 0,2 a 1 metro, mentre intanto è arrivata la prima onda di circa 60cm.

La paura è molta quindi, dato che le zone costiere più interessate è stata prevista anche l’evacuazione immediata, ma il terrore più grande è quello che lo tsunami possa colpire la centrale di Fukushima, dove ricordiamo l’11 marzo 2011 c’è stato un grande e forte sisma seguito da un mega tsunami e che ha scaturito il più grave disastro nucleare dopo Cernobyl.

Questa centrale si trova solamente ad 8km da Namie, distante circa 37km dall’epicentro di questo sisma, ma secondo l’agenzia Kyodo News al momento non sono state riscontrate anomalie o difetti nell’impianto e soprattutto non sono stati registrati aumenti di radiazioni all’esterno, anche se c’è da dire che la Tepco (Tokyo Electic Power Company) ha reso noto che a causa della forte scossa il sistema di raffreddamento della piscina dove vengono immagazzinate le barre di uranio si è spento.

Tuttavia, la compagnia Giapponese sottolinea il fatto che nella piscina il livello dell’acqua rimane comunque in sicurezza anche se il sistema è momentaneamente spento e dunque non ci sarebbe alcun pericolo.

Nel frattempo, la rete pubblica Nhk fa sapere che il sisma non ha al momento riportato vittime, solamente alcuni feriti leggeri, anche se in un impianto chimico della societa’ Kureah nella citta’ di Iwaku, vicino a Fukushima, è scoppiato un incendio, ma le fiamme sono state prontamente domate dagli organi di competenza.

L’Intero Giappone è rimasto scosso, ma senza riportare nessun danno e sembra riprendere a pieno ritmo la normale vita quotidiana: Anche gli Shinkansen, ovvero i treni che erano stati bloccati su tutta la linea della costa orientale dell’isola di Honshu, tornano in circolazione e dunque il martedì giapponese riprende a pieno ritmo con la speranza che sia davvero tutto qui.

L’allerta tsunami infatti continua, sperando che si risolva in un nulla di fatto.

 

 

 



There are no comments

Add yours