galateo del cunnilingus

Cunnilingus come fare: il galateo della leccata ben riuscita

Era da un po’ di tempo che volevo affrontare l’argomento dopo che si è fatto un gran parlare del galateo del “pompino” come se esistesse solo il fallo al mondo, come se fosse più importante quel totem che abbiamo troppe volte piazzato su un piedistallo ( quando non è stato lui stesso un piedistallo).

Noi abbiamo imparato a parlare con il vostro pisello in barba a chi pensa che i legumi non siano degli interlocutori credibili figuriamoci quanto potrebbe essere facile e veloce per voi, apprendere il bon ton della patata.

Non dimenticherò mai le parole di una mia amica al limite della disperazione “non crederò mai più nel piacere univoco” e ricordo di aver intravisto in quelle parole l’amara resa di una giovane donna che una serie di fallimentari incontri sessuali, hanno mortificato a tal punto da arrivare a ritenere inutile la parte più piacevole del rapporto sessuale: I preliminari.

Ridiamo speranza dunque a tutte quelle amiche attraverso semplici regole che gli uomini e le donne dovrebbero apprendere per tornare a praticare l’antica arte del cunnilungus con cognizione di causa ed estrema educazione.

Ma prima un po’ di consigli per gli acquisti :)

Lo Shopping delle ragazzacce: come scegliere il vibratore

Delicatezza

Non avete di fronte a voi una pizza fumante, evitate quindi di mordere, succhiare e acchiappare avidamente l’amico pendulo femminile come se foste a digiuno da una settimana, toglietevi dalla testa il pensiero che la passione debba essere manifestata con avidità. Buona parte della nostra felicità dipende dal clitoride ed intorno a lui sono presenti così tante terminazioni nervose ultra sensibili che morderlo come per staccarcelo non solo ci farà un gran male ma potrebbe farvi guadagnare un due di picche grande quanto la tua convinzione che quello che stai facendo ci piaccia.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Non esiste donna che mentre pratica una fellatio da 10 e lode non ci metta anche un po’ di scenografia, cerchiamo di accontentarvi e sappiamo bene come fare. I nostri sguardi si fanno maliziosi, sappiamo cosa volete vedere e noi ve lo facciamo guardare. L’uomo difficilmente ci arriva. Noi vorremmo avere in mezzo alle gambe il viso di un ragazzo voglioso e sexy, invece spesso al suo posto troviamo un bimbo goloso che lecca un grosso cono palla come se non ci fosse un domani. Non c’è bisogno di mostrare le dimensioni della vostra lingua, sappiamo tutte che non è una questione direttamente proporzionale a quello che c’è nelle vostre mutande non ci fregate. Osservarvi con la bocca spalancata fino a vedervi le tonsille e se ci va male anche le capsule dentali e se ci va peggio quello che avete mangiato a pranzo, è quanto di più disgustoso possa esistere. Vale la regola del poco: poca lingua, poca saliva, pochi sguardi ma ben distribuiti.

Quando si lecca non si parla

Non ve l’hanno insegnato da bimbi che due cose nello stesso momento non si devono fare? Vale anche e soprattutto in questo caso. Puoi parlare o leccare la nostra vagina, purché le due cose non coincidano. Siate silenziosi, non chiedete “informazioni”, come se doveste raggiungere un locale disperso in una città che non conoscete: << Qui va bene?>> << vado a sinistra, poi giù e dopo a destra? >> ma ti prego stiamo facendo sesso orale o stiamo giocando a battaglia navale? No dimmelo perché se stiamo giocando a battaglia navale io mi rimetto gli slip e tu torni a casa.

Non giudicare il pratino

Mai e dico mai esprimere un giudizio sulla depilazione della ragazza che ti sei portato a letto i rischi sono due: potresti apparire come un feticista depravato e i feticisti piacciono a poche determinate tipologie di donne (del resto solo poche donne apprezzerebbero frasi del tipo << Bella la tua patata tutta pelosa>> ) oppure e questo è peggio dare l’impressione di voler conoscere il nome della sua estetista << Oddio che depilazione perfetta>>. Non si fa. Noi donne non vogliamo un giudizio esplicito dei sacrifici a cui ci prestiamo pur di farvi contenti. Quando andate a cena dalla ragazza che vi piace vi mettete a fare complimenti alla tovaglia sul tavolo? Sono convinta che la maggior parte di voi risponderà no a questa domanda ma se invece sei tra i pochi ad aver risposto si allora ti prego resetta per il momento tutto quello che hai letto fino ad ora e corri su YouPorn: tu non hai ancora bisogno di conoscere il galateo del cunilingus tu hai bisogno di conoscere com’è fatta una patata.

VEDI ANCHE

Rapporti orali fellatio: etimologia, storia e psicologia.

Fellatio in Vaticano: immortalata in pieno giorno e condivisa (e l’esibizionismo social spopola)

Come squirtare in cinque infallibili mosse

Orgasmo femminile: fingere o non fingere?

Punto G: come trovarlo e stimolarlo.



C'è 1 Commento

Add yours

Post a new comment